fotografi

Valeria Beltrami fotografa gestuale


Caotica e sempre in movimento, così conosco la Uale. Con lei ho avuto il piacere di frequentare l’università. Non credo di averla mai vista ferma e tranquilla, sempre curiosa verso tutto, una sorta di Pippi Calzelunghe ormai cresciuta, che ama le calze a righe e la storia dell’arte e con una personalità fotografica da far invidia, in cui si nota bene questo suo dinamismo.
Ho definito Alessandro Arena il fotografo dell’istante, ecco Valeria è l’opposto, non esiste un istante fisso nelle sue foto ma una storia, complessa e in movimento. Un movimento dato non solo dall’azione a cui si riferisce la foto, ma anche nel gioco dei colori, da quell’alternanza bianco&nero-colore che da un tocco unico alle sue creazioni.
Dopo una parentesi a Santo Domingo e dopo aver seguito per un periodo le tournee di Davide Van Des Froos e concerti di musica jazz, è tornata più carica che mai diventando un’ottima fotografa di matrimoni, con grande cura in ogni aspetto. Le sue foto catapultano in un mondo diverso: sembra di essere lì dentro quelle foto a gioire con quegli sposi, anche grazie alle inquadrature che sembrano continuare all’infinito in un vorticoso insieme di esperienze.
Se dovessi paragonarla ad un artista, l’assocerei a Goya, non tanto per l’aspetto caricaturale, quanto invece per la coralità delle sue foto e per quell’esaltazione del movimento, visibile anche in foto di altro genere, soprattutto quelle legate alla fotografia di sculture.
Riesce a rendere tutta l’intensità di quelle statue che sembrano urlare il dolore nel Compianto del Cristo Morto di Niccolò dell’Arca. Le sue foto riescono a dare ancora più forza a quel già espressivo gruppo scultoreo. Ma non solo in questo caso, anche nel caso delle foto delle future mamme incinta in cui è presente tutta la tensione e il movimento che accompagna alla nascita. È una fotografa gestuale, inteso come fortemente attratta dalla gestualità dei suoi soggetti. Ci sono tante mani che si susseguono nelle sue foto, mani che compongono le immagini, ma anche mani che coi loro gesti accompagnano lo spettatore. Dalla mano che utilizza il piegaciglia, agli abbracci, a quelle mani che giocano coi nastri o suonano la fisarmonica o il violino, fino a quelle mani che allacciano la cerniera dell’abito bianco; ha un’attenzione ai piccoli dettagli che rendono queste foto delle opere d’arte, certo l’impostazione storico artistica di Valeria emerge dai suoi scatti.

Donata

Per chi volesse ampliare la conoscenza delle sue fotografie:
http://valeriabeltramiph.wordpress.com/
https://www.facebook.com/valeria.beltramiphoto
http://www.valeriabeltramiphoto.com/

Annunci

4 thoughts on “Valeria Beltrami fotografa gestuale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...